$this->setGenerator(null); Perché festeggiamo San Valentino
 

 

logo scenari magazine

Perché festeggiamo San Valentino

Tutti sappiamo bene che il 14 Febbraio si festeggia San Valentino il Santo protettore degli innamorati, ma pochi sanno perché viene festeggiato dalle coppie di tutto il mondo.

La festività prende il nome dal santo e martire cristiano Valentino da Terni, e venne istituita nel 496 da papa Gelasio I, in sostituzione alla precedente festa pagana dei Lupercalia, riti pagani dedicati al dio della fertilità Luperco.

La Lupercalia veniva celebrata il 15 febbraio e consisteva in festeggiamenti sfrenati che contrastavano con la morale e con l'idea di amore dei cristiani. L'apice della festa si raggiungeva quando le matrone romane si offrivano spontaneamente alle frustate di alcuni giovani nudi, devoti al Fauno Luperco. Anche le donne in gravidanza si sottoponevano al rituale, pensando che il rito avrebbe fatto bene al nascituro. Il Papa decise di spostare la festa al giorno precedente, dedicato a San Valentino, trasformandolo, in un certo senso, nel protettore degli innamorati. A diffondere la tradizione pensarono quindi i benedettini, attraverso i loro monasteri in Italia, in Francia e in Inghilterra.

La celebrazione moderna della festa, incentrata sullo scambio di messaggi d'amore e regali tra gli innamorati, risale invece al Basso Medioevo, in particolare al circolo del poeta inglese Geoffrey Chaucer, in cui prese forma la tradizione dell'amor cortese. Nonostante l'evoluzione storica della ricorrenza sia incerta, esistono riferimenti storici che fanno credere che la giornata di San Valentino fosse dedicata agli innamorati già dai primi secoli del II millennio.

La figura di Valentino come santo patrono degli innamorati, invece, è avvolta in un alone di mistero. Il santo fu decapitato il 14 febbraio 273, a 97 anni, per mano di un soldato romano agli ordini dell'imperatore Aureliano. Secondo la leggenda questo sant'uomo un giorno udì litigare due fidanzati vicino al suo giardino. desideroso di riconciliare quella coppia di anime promesse, il vescovo andò dunque loro incontro  sorridendo e con una rosa in mano, riappacificando gli animi degli innamorati.

Quando la storia del piccolo miracolo si diffuse, gli abitanti della regione iniziarono ad andare in pellegrinaggio dal vescovo di Terni il 14 di ogni mese.

fonte: www.adnkronos.com 

In Evidenza

 
 

Chi siamo

Scenari Magazine

Scenari Magazine nasce dall'idea di uno studio di comunicazione di Lecce (Mediacreative) di creare un free press che parlasse di sole cose felici: eventi, spettacoli, curiosità nel Salento ma non solo.

Mission

La nostra mission è di fornire spunti di riflessione ai nostri numerosi lettori, e offrire alle aziende inserzioniste una visbilità "costruttiva" , basata sui contenuti e non solo sulle immagini

Distribuzione

Il free press è distribuito nei bar e locali di Lecce e del Salento "più belli", Luoghi di incontro e di eventi che coinvolgono principalmente persone giovani e dinamiche, più attente agli argomenti trattati dalla rivista

Comunicati

Siamo sempre felici di ricevere i comunicati stampa relativi eventi e spettacoli che si terranno nel Salento. Ci piace pensarci al fianco delle associazioni che operano sul territorio. il nostro indirizzo è info@scenarimagazine.it

Social

Siamo presenti su tutti i canali social per restare sempre in contatto e portare le nostre notizie ovunque!

Facebook

Google +

Twitter