$this->setGenerator(null); Oltrecorpo Enrica Di Donfrancesco
 

 

logo scenari magazine

Oltrecorpo Enrica Di Donfrancesco

Oltrecorpo è una bellissima storia d’amore, di vita e di passione per due discipline totalmente divergenti… la Danza Classica e il Muay Thai.  L'idea di Oltrecorpo nasce dal sogno di Enrica Di Donfrancesco e Fabio Siciliani (6 volte campione del mondo di Muay Thai), marito e moglie, che decidono di aprire a Lecce una scuola in cui si può osservare la danza classica in una sala, il Muay Thai nell’altra, una visione suggestiva non solo per noi di Scenari... tant’è che il regista Edoardo Winspeare ne fa della loro storia un film documentario dal titolo "Grazia e Furore".

Abbiamo avuto il piacere di incontrare Enrica Di Donfrancesco direttrice artistica di Oltrecorpo danza.

Enrica ha una ricca e intensa carriera. Inizia gli studi di danza classica con la Maestra Silvia Humailà con la quale continua a perfezionarsi. La sua formazione tecnica ha radici nella danza classica e spazia con versatilità nelle varie tecniche di espressione contemporanee.
Nel corso degli anni segue corsi di formazione, stages, lezioni private, Master Class con vari maestri tra cui: Oleg Sokolov; Joan Bosioc; Matt Mattox; Jean Guadin; Micha Van Hoecke, Carlos Palacios; A. Maria Prina; Michele Abbondanza; Stefania Di Cosmo; Pino Alosa; Cristina Amodio; Raffaella Renzi; Marco Pierin; Alessandro Molin; Loris Petrillo…

Ad un certo punto della sua carriera viene selezionata per entrare nella scuola del Teatro dell'Opera di Roma ma non finisce qui perché entra anche nella compagnia di danza contemporanea ELEKTRA BALLET, diretta da Anna Maria De Filippi con la quale partecipa a diverse produzioni spesso in collaborazione con CANTIERI TEATRALI KOREJA.

Successivamente Toni Candeloro la sceglie per la formazione del gruppo "SOLISTI DI PUGLIA" per le sue produzioni di repertorio classico ed entra nel "BALLETTO DI PUGLIA" dove interpreta ruoli da solista al fianco di Luciana Svignano e Candeloro in "Perdutamente Novecento" spettacolo che ha destato un notevole interesse di critica e pubblico.
Anna Cuocolo e Tony Candeloro la scelgono per un ristrettissimo cast che partecipa all'importante prima di "Omaggio ad Anna Pavlova" al Centre de la Ville de Madrid.

Entra nel Corso di perfezionamento per giovani danzatori dell' ATERBALLETTO di Reggio Emilia, e prima Libby Nye e poi Jonathan Riedel della "José Limón Dance Foundation " di New York la scelgono per il cast di "Orfeo" di José Limón.

Arriviamo così, dopo tante altre esperienze professionali, nel 2004 quando fonda a Lecce il Centro Culturale “OLTRECORPO”.
I corsi, che vengono seguiti tutti da Enrica, all’interno della scuola sono: Tecnica classica accademica, tecnica contemporanea, laboratori coreografico – sperimentali, propedeutica per bambini e avviamento professionale. Durante l’anno vengono svolti seminari di approfondimento e stage con professionisti della danza di livello internazionale, oltre che preparazioni per audizioni e concorsi.

Abbiamo deciso di lasciarvi con le parole del marito Fabio, che sicuramente meglio di noi descrive Enrica e la sua passione:

[bt_quote style="default" width="0"]“Lo svelamento di se è la formula del ri-conoscersi nel proprio corpo. Non abitanti estranei in cerca d’orientamento, ma uomini con sogni desideri e un corpo che spesso non appartiene consapevolmente i propri distretti. Studi e ancora studi nel cercare…nel cercarsi. Enrica Di Donfrancesco espone, nel tentativo, l’essenza stessa fra il significante e il significato. …l’oltre nella musica s’affaccia, la crescita, la sinergia fra le età e il corpo. Il corpo come mezzo ricolmo d’anima nel binario anarcoide della tecnica. Lo studio, il dettato delle ore trascorse ad affinare i sogni e regalargli movenze. CORPO-UTENSILE nella consapevolezza che ogni gesto può nell’aria creare architetture nel fluire dello stesso, donare un accento su di un’emozione o la sua traccia. Non ricerca infinita del significato ma segni che dentro albergano e posano in mobilità apparente. S’agitano le dita sui tasti d’avorio nel cercare nel buio delle emozioni, l’ombra di sé… Ancora scarpette dure, punte di gesso e un’asta di legno… e poi su, verso l’alto in equilibrio perfetto ma fugace. Il sogno di bimba, il linguaggio senza parole, le dita tese, e poi ancora le note al pianoforte, che regalano la vertigine. Intingere il sogno di colori nuovi e di polvere, la polvere del sipario appena aperto. Armonia fra i corpi, relazioni, amori, dissapori; tutto s’erge e si inabissa nella velocità del gesto. Intuire i retroscena, i precedenti, le paure, la voglia e poi la perseveranza svela la verità dell’esserci… qui e ora! nel tentativo che ha senso e vita propria. La verità dunque nel percorso e che percorso sia… ETUDES.”[/bt_quote]

[bt_youtube url="https://youtu.be/ZCm5NTFB_VU" width="600" height="400" responsive="yes" autoplay="no"][/bt_youtube]

Iscrizioni aperte dal 5 Settembre
Contatti:
via tiepolo 13, lecce
tel 338/3978237  338/2573003

In Evidenza

 
 

Chi siamo

Scenari Magazine

Scenari Magazine nasce dall'idea di uno studio di comunicazione di Lecce (Mediacreative) di creare un free press che parlasse di sole cose felici: eventi, spettacoli, curiosità nel Salento ma non solo.

Mission

La nostra mission è di fornire spunti di riflessione ai nostri numerosi lettori, e offrire alle aziende inserzioniste una visbilità "costruttiva" , basata sui contenuti e non solo sulle immagini

Distribuzione

Il free press è distribuito nei bar e locali di Lecce e del Salento "più belli", Luoghi di incontro e di eventi che coinvolgono principalmente persone giovani e dinamiche, più attente agli argomenti trattati dalla rivista

Comunicati

Siamo sempre felici di ricevere i comunicati stampa relativi eventi e spettacoli che si terranno nel Salento. Ci piace pensarci al fianco delle associazioni che operano sul territorio. il nostro indirizzo è info@scenarimagazine.it

Social

Siamo presenti su tutti i canali social per restare sempre in contatto e portare le nostre notizie ovunque!

Facebook

Google +

Twitter