logo scenari magazine

Santa Maria di Leuca

Santa Maria di Leuca

Santa Maria di Leuca è una frazione di 1.263 abitanti del comune di Castrignano del Capo, in provincia di Lecce. È il centro abitato più a Sud dell'Italia.

Il suo nome Leuca le venne attribuito dagli antichi marinai greci che provenivano dall'oriente, che vedendo questo posto illuminato dal sole decisero di chiamarla leukos, che significa bianco.

Una famosa leggenda narra che Santa Maria di Leuca sarebbe stata il primo approdo di Enea. Successivamente sarebbe qui approdato San Pietro, il quale, arrivato dalla Palestina, iniziò la sua opera di evangelizzazione, per poi giungere a Roma. Il passaggio di San Pietro è anche celebrato dalla colonna corinzia del 1694 eretta sul piazzale della Basilica. Una scalinata di 296 gradini collega la Basilica al sottostante porto facendo da cornice alla cascata monumentale dell'Acquedotto Pugliese che, terminando a Leuca, sfocia in mare.

Santa Maria di Leuca è costituita da numerose grotte, meraviglie storiche e naturali, tra cui:
La grotta "del Diavolo" che si trova su Punta Ristola, il suo nome deriva da un'antica superstizione popolare, che attribuiva alla presenza di Diavoli i lugubri e poderosi rimbombi che si potevano udire nella grotta la quale, tra l'altro, è accessibile via terra attraverso un'apertura che si trova sul suo dorso.
Le Grotte di Ponente,  la Grotta delle Cazzafre, la  Grotta Porcinara, già frequentata fin dall’VIII secolo a.C. fino al II secolo a.C., prima come santuario messapico, poi come luogo di culto romano.
Importanti testimonianze del Paleolitico sono state rinvenute proseguendo sempre sulla costa di Ponente nella Grotta dei Giganti e nella Grotta del Bambino, la prima così chiamata per il ritrovamento di denti e ossa di pachidermi, oltre che di cinque monete di bronzo di Costantino VII, frammenti di ceramica bizantina e vetri, la seconda perché ha restituito un molare appartenuto a un bambino di circa dieci anni. Molto suggestiva la Grotta delle Tre Porte, cui si accede dalla Grotta del Bambino, che si presenta con tre accessi dal mare come se fossero le porte di un’altra dimensione. La Grotta del Presepe presenta alcune stalattiti che richiamano la Natività di Gesù e per questo viene così chiamata. Nella Grotta Cipollina, invece, sono stati ritrovati utensili che risalgono alla preistoria.
Altre grotti rilevanti sono la Grotta del Fiume, la Grotta degli Innamorati e quella della Stalla. Dopo aver passato due insenature ci si trova infine nei pressi della Grotta del Drago, così chiamata per la presenza di uno scoglio che ricorda in tutto e per tutto la testa di un drago.

Di notevole importanza, e da non perdere se vi recate a Santa Maria di Leuca è il santuario Finis Terrae nasce su un antico tempio dedicato alla dea Minerva. Una leggenda narra che questo santuario, distrutto e ricostruito più volte fino al settecentesco edificio attuale, porta al paradiso.
All'interno si trova un  frammento originale del dipinto della Madonna e del Bambino che fu bruciato dalle escursioni dei pirati algerini e che adesso, rielaborato e completato, è posto sulla parete ovest del transetto.

[bt_quote style="default" width="0"]Leuca de finibus terrae[/bt_quote]

 

In Evidenza

 
 

Chi siamo

Scenari Magazine

Scenari Magazine nasce dall'idea di uno studio di comunicazione di Lecce (Mediacreative) di creare un free press che parlasse di sole cose felici: eventi, spettacoli, curiosità nel Salento ma non solo.

Mission

La nostra mission è di fornire spunti di riflessione ai nostri numerosi lettori, e offrire alle aziende inserzioniste una visbilità "costruttiva" , basata sui contenuti e non solo sulle immagini

Distribuzione

Il free press è distribuito nei bar e locali di Lecce e del Salento "più belli", Luoghi di incontro e di eventi che coinvolgono principalmente persone giovani e dinamiche, più attente agli argomenti trattati dalla rivista

Comunicati

Siamo sempre felici di ricevere i comunicati stampa relativi eventi e spettacoli che si terranno nel Salento. Ci piace pensarci al fianco delle associazioni che operano sul territorio. il nostro indirizzo è info@scenarimagazine.it

Social

Siamo presenti su tutti i canali social per restare sempre in contatto e portare le nostre notizie ovunque!

Facebook

Google +

Twitter